I Leoni d'Iraq

A Nassiriya la Festa delle Forze Armate

Anche a migliaia di chilometri dall’Italia, a Camp Mittica, i militari dell’Italian Joint Task Force Iraq hanno celebrato oggi la Festa delle Forze armate, quest’anno resa ancora piu’ significativa dai concomitanti festeggiamenti per il 50.o anniversario del ricongiungimento di Trieste alla Patria, che ha visto nel capoluogo giuliano lo stesso Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Nel piazzale della principale base italiana in Iraq si sono schierate le bandiere di guerra del 66.o reggimento aeromobile Trieste, del 6.o reggimento genio pionieri e del 10.o reggimento trasporti con reparti in armi di Esercito, Marina, Aeronautica e Carabinieri, che compongono il contingente nazionale.

Dopo la resa degli onori al comandante dell’Italian joint task force Iraq, brigadier generale Enzo Stefanini, e’ seguita la lettura dei messaggi augurali del Presidente Ciampi, del presidente del Consiglio Berlusconi e del ministro della Difesa Martino. Erano stati preceduti, nella mattinata, da quelli telefonici che il capo di Stato maggiore della Difesa, ammiraglio Giampaolo Di Paola, ha voluto personalmente esprimere al generale Stefanini con parole di stima, affetto e gratitudine per gli uomini in Iraq.

“Onoriamo oggi – ha sottolineato nella sua allocuzione Stefanini – il sacrificio di chi ci ha preceduto, facendo si che il Paese potesse divenire un grande Paese. Lo dico con l’orgoglio di appartenere a questa compagine”.

La deposizione di una corona in commemorazione ai Caduti, il cui monumento sorge alla base della piazza d’armi, e la preghiera della Patria recitata da don Claudio, cappellano del contingente, hanno concluso la cerimonia, a margine della quale e’ stata organizzata una mostra statica di armi ed equipaggiamenti in dotazione agli uomini di “Antica Babilonia 5”.

Devi aver eseguito log in per inviare un commento.