Missione Leonte

I Fucilieri di Marina In Libano

fuciliere italiano in libano

Tratto da Notiziario della Marina: Scarica il Pdf: Il Punto di vista della Forza da Sbarco, protagonista della prima fase dell'impegno italiano in Libano

Leggi Tutto ...

Libano: ai Lagunari la responsabilità della Sacca di Tiro

Il 19 novembre 2006 nella Base "Lepanto" di Ma'rakah è avvenuto il passaggio di consegne tra il reggimento San Marco e il reggimento Serenissima. I lagunari hanno ora la responsabilità della cosiddetta Sacca di Tiro, la nuova area del sud del Libano assegnata ai caschi blu di Unifil. Testimone dell'evento il generale di brigata Paolo Gerometta, insediatosi da alcuni giorni al comando del settore ovest della missione che comprende, oltre a quello italiano, i contingenti francese e ganese. I lagunari, già presenti in Libano con la Early Entry Force dal mese di settembre, provvederanno a far rispettare...

Leggi Tutto ...

Cambio di Comando al JLF

La mattina di mercoledì 8 novembre, nella base Onu di Tibnin, il contrammiraglio Claudio Confessore, comandante della Joint Landing Force-Lebanon, ha ceduto il comando del settore ovest di Unifil al generale di brigata Paolo Gerometta, comandante della brigata di cavalleria Pozzuolo del Friuli. La cerimonia si è svolta alla presenza del comandante della Forza di Unifil, generale di divisione Alain Pellegrini, e del vice comandante del Coi, generale di divisione aerea Tommaso Ferro. Con il trasferimento di autorità del 9 novembre termina l’incarico assegnato alla Early Entry Force che ha gettato...

Leggi Tutto ...

Libano: Avvenuto il TOA dei militari italiani a UNIFIL

libano8

Secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa, sarebbe già avvenuto il Transfer Of Authority della entry force del nostro contingente nazionale dalla catena di comando nazionale a quella di UNIFIL. I militari italiani in Libano, agli ordini del contrammiraglio Claudio Confessore, prendono così ordini dal generale francese Alain Pellegrini per applicare la risoluzione ONU 1701. I nostri militari - Lagunari del Reggimento Serenissima dell’Esercito e Fucilieri di Marina del Reggimento San Marco e operatori del Gruppo Operativo Incursori della Marina Militare, starebbero già pattugliando...

Leggi Tutto ...

Libano, l’ammiraglio De Giorgi comandante della task force navale

Roma, 9 settembre - Ieri pomeriggio, alle ore 12:30 locali, l’ammiraglio Giuseppe De Giorgi ha ufficialmente assunto il compito di comandante della task force marittima che assicurerà ad interim ed in coordinamento con Unifil il monitoraggio e la sorveglianza delle acque libanesi, in attesa dell’arrivo della forza assegnata all’Onu. Il dispositivo navale ha iniziato a operare da subito, dividendo l’area di interesse in settori e assegnando a ciascun settore una unità navale. La sorveglianza è assicurata anche dagli elicotteri imbarcati, dotati di radar e di apparecchiature Flir (Forward...

Leggi Tutto ...

Marina: spola del San Marco tra Italia e Libano

Nave San Marco è giunta a Brindisi nella giornata di ieri, proveniente dalle acque libanesi dove ha partecipato al rischieramento della early entry force del contingente italiano. La nave sta già imbarcando una compagnia e mezzi del Reggimento San Marco che, non appena possibile, trasferirà nel Paese dei Cedri. Con l’arrivo di questi Fucilieri di Marina si completerà il rischieramento in Libano della Early Entry Force del contingente italiano inviato dall’Italia per partecipare a UNIFIL2, che così dovrebbere la raggiungere la consistenza di 1.041 militari che sono diretti dal contrammiraglio...

Leggi Tutto ...

Leonte: il Contrammiraglio Claudio Confessore ha incontrato i rappresentanti del contingente delle Nazioni Unite

libano7

Continua il supporto logistico ai reparti sbarcati della Joint Landing Force-Lebanon (JLF-L) assicurato tramite voli di elicotteri da Nave Garibaldi e con mezzi anfibi per il trasporto dei materiali necessari al sostentamento operativo delle forze. In accordo con la risoluzione delle Nazioni Unite n.1701 ed in armonia con le richieste avanzate dal Governo libanese di fornire concorso alle sue forze navali per la sorveglianza degli spazi marittimi, d'intesa con il Comando di UNIFIL si stanno esaminando le possibili modalità operative da attuare insieme ad Unità della Marina francese.  Questa...

Leggi Tutto ...

Leonte: acquartierati a Jebel Marun, i militari di Esercito e Marina iniziano la familiarizzazione.

Libano6

La Joint Landing Force-Lebanon ha completato nella serata di ieri l’allestimento del campo base di Jebel Marun, località nella quale i militari italiani trascorreranno i prossimi giorni, fino al ridispiegamento nell’area di responsabilità assegnata per la conduzione dell’operazione. Ne da notizia il quotidiano comunicato diramato dallo Stato Maggiore della Difesa di concerto con Gabinetto del ministro Parisi. Lo stesso informa anche che da questa mattina sono iniziate le prime attività di familiarizzazione con il contingente di UNIFIL. Un primo nucleo di circa 20 militari si è recato...

Leggi Tutto ...

Leonte: Da Tiro a Naqura inizia lo sbarco italiano in Libano.

2727a

Dopo una serie di cambiamenti dei siti originariamente prescelti imposta dalle condizioni di mare sfavorevoli, alle 16.00 di oggi (le 17.00 in Libano) hanno preso avvio le operazioni di sbarco che, dopo una prima fase preparatoria, sono proseguite con le procedure tipiche della presa di terra di carattere "amministrativo". Lo ha reso noto un comunicato diramato nel pomeriggio dal ministero della Difesa che ha confermato quanto già riportato da organi di informazione presenti in massa sul litorale libanese ad aspettare i nostri militari. In effetti originariamente era stato prescelto lo sbarco...

Leggi Tutto ...

Leonte: Marina ed Esercito preparano lo sbarco in Libano.

preparativi4

Nel pomeriggio di oggi il Gabinetto del ministro della Difesa ha diffuso una nota stampa sugli ultimi sviluppi dell’operazione Leonte e sulla presa di terra che inizierà nella giornata di domani. Confermata la presenza odierna a terra di una delegazione guidata dall’ammiraglio di divisione Giuseppe De Giorgi (in basso), comandante della JATF-L (Joint Amphibious Task Force - Libano). Mentre sono in corso i preparativi della presa di terra della forza militare italiana, infatti, l’ammiraglio di divisione Giuseppe De Giorgi e il suo staff hanno lasciato Nave Garibaldi a bordo di due elicotteri...

Leggi Tutto ...