Sala Operativa

Esercitazione Mare Aperto 2007

Esercitazione dal 08 al 19 Maggio 2007

E’ iniziata oggi, 8 maggio, l’esercitazione ‘Mare Aperto 2007’, il principale evento addestrativo nazionale della Marina militare, al quale parteciperanno anche unità navali e subacquee di Francia, Germania, Grecia e Turchia e che, nel complesso, vedrà lavorare insieme per 12 giorni circa 4400 militari.
I temi di esercitazione interesseranno tutte le forme di lotta (anti-aerea, antisommergibile, di superficie ed anfibia) e costituiranno una prova particolarmente importante per il mantenimento degli standard operativi della Forza di Proiezione dal Mare nazionale, costituita dai fucilieri del Reggimento ‘San Marco‘ e dai Lagunari del Reggimento ‘Serenissima’.

La ‘Mare Aperto 2007’, che durerà fino al 19 maggio prossimo, è diretta dall’ammiraglio di Divisione Giuseppe De Giorgi, che sarà anche il comandante della Joint Task Force (Cjtf Commander Joint Task Force), coadiuvato nel suo incarico dal contrammiraglio Emilio Foltzer, comandante della Forza anfibia (Catf – Commander Amphibious Task Force) e dal contrammiraglio Claudio Confessore comandante della Forza da sbarco (Clf – Commander Landing Force).
Il giorno 16 maggio, nel corso dell’esercitazione, il comandante in Capo della Squadra navale, ammiraglio di Squadra Giuseppe Lertora, ospiterà a bordo della portaerei ‘Giuseppe Garibaldi’ rappresentati dei media nazionali e osservatori dei Comandi operativi delle Forze armate nazionali ed estere. In tale occasione sarà anche presente il generale di Corpo d’Armata Fabrizio Castagnetti, comandante il Comando operativo di vertice Interforze (Coi), per assistere ad una dimostrazione delle capacità della nostra Marina di operare sul mare e dal mare in un contesto tridimensionale con unità di superficie, subacquee e aeree.

Le unità navali italiane impegnate nella ‘Mare Aperto 2007’ sono la portaerei ‘Giuseppe Garibaldi’; il cacciatorpediniere lanciamissili ‘Luigi Durand de La Penne’; le fregate ‘Aliseo’, ‘Espero’ ed ‘Aviere’; le unità anfibie ‘San Giusto’, ‘San Giorgio’ e ‘San Marco’; l’unità rifornitrice ‘Vesuvio’ e il nuovissimo sommergibile ‘Scirè’ della classe U-212A. Tra le unità navali straniere, invece, la fregata greca ‘HS Salamis’; la fregata turca ‘TCG Turgutreis’; le fregate tedesche ‘FGS Bayern’ e ‘FGS Augsburg’ e il sommergibile francese ‘Casabianca’.

Prelevare con una rapida e decisa azione dal mare un numero imprecisato di connazionali residenti in località a rischio.
Questa la premessa della Mare Aperto 2007, il principale evento addestrativo della Marina Militare che si è concluso sabato 19 maggio ed al quale hanno partecipato anche unità navali Francia, Germania, Grecia e Turchia e che, nel complesso, ha visto lavorare insieme per 12 giorni oltre 3000 militari.

Iniziato lo scorso 8 maggio, si è sviluppata nelle acque del Mar Ionio e del Mar Tirreno ha compreso diversi temi di esercitazione, dalla lotta antiaerea, antisommergibile, di superficie ed anfibia ed ha costituito una prova particolarmente importante per il mantenimento degli standard operativi della Forza di Proiezione dal Mare nazionale, costituita dai fucilieri del Reggimento San Marco e dai lagunari del Reggimento Serenissima.
Per la prima volta un team di media embedded costituito da tre giornalisti è stato coinvolto nell’attività, ove hanno potuto giocare il loro ruolo come se fossero in una operazione reale di contrasto ad una crisi internazionale.
La Mare Aperto 2007 è stata diretta dall’Ammiraglio di Divisione Giuseppe De Giorgi, che è stato anche il Comandante della Joint Task Force (CJTF Commander Joint Task Force), coadiuvato nel suo incarico dal Contrammiraglio Emilio Foltzer, Comandante della Forza Anfibia (CATF – Commander Amphibious Task Force) e dal Contrammiraglio Claudio Confessore comandante della Forza da Sbarco (CLF – Commander Landing Force).

Il giorno 16 maggio, nel corso dell’esercitazione, il Comandante in Capo della Squadra Navale, Ammiraglio di Squadra Giuseppe LERTORA, ha ospitato a bordo della portaerei Giuseppe Garibaldi alcuni rappresentati dei media nazionali e osservatori dei Comandi Operativi delle Forze Armate nazionali ed estere per assistere ad una dimostrazione delle capacità della nostra Marina di operare sul mare e dal mare in un contesto tridimensionale con unità di superficie, subacquee ed aeree.

Le Unità navali italiane impegnate nella Mare Aperto 2007 sono state la portaerei Giuseppe Garibaldi; il cacciatorpediniere lanciamissili Luigi Durand de La Penne; le fregate Aliseo, Espero ed Aviere; le unità anfibie San Giusto, San Giorgio e San Marco; l’unità rifornitrice Vesuvio e il nuovissimo sommergibile Scirè della classe U-212A.
Inoltre si sono aggiunti 575 militari della Forza di Proiezione dal Mare (510 del Reggimento San Marco e 65 del Reggimento Lagunari “Senerissima” dell’Esercito Italiano), un’aliquota di operatori del Comando Subacqueo ed Incursori (COMSUBIN), 10 velivoli AV8B, 3 elicotteri EH 101, 5 elicotteri SH3D e 6 elicotteri AB 212.

Devi aver eseguito log in per inviare un commento.