Dynamit Nobel PANZERFAUST 3

Sistema d’arma c/c, a corta gittata, del tipo usa e getta.

Il lanciarazzi Dynamit-Nobel Panzerfaust 3 è l’ultimo dei discendenti della genia dei lanciarazzi anticarro tedeschi, con un grosso successo commerciale, come rilevato dal confronto con il LAW-80 inglese ed anche con l’Apilas francese.

Dotato di una struttura molto più moderna dei Panzerfaust del periodo bellico, non ne sconfessa la filosofia. Esso è infatti un tubo di lancio, sia pure con sofisticati sistemi di mira, a perdere (i congegni di mira sono staccabili e agganciabili ad altri lanciarazzi), che spara entro distanze relativamente brevi un razzo, di calibro maggiore rispetto al tubo, circa 110mm, molto potente e di gittata (sacrificata rispetto alla potenza) relativamente limitata, attorno ai 300 metri.

Il congegno di mira, la parte riutilizzabile dell’arma, pesa ben 2,4kg ed è staccabile dal tubo a perdere, con un sistema di mira con ingrandimento x2,54, e tacche di mira per valutare le distanze. Il lanciarazzi può essere usato anche da ambienti chiusi, perché ha appena 70gr. di carica di lancio, che gli dà la velocità iniziale di 165m/s, mentre solo dopo alcuni metri di volo si accende il razzo vero e proprio.

Contro un bersaglio statico le percentuali di tiro a segno sono state eccellenti, del 90% a 300m, 95% a 200m (sagoma 2,3×2,3m.).

La capacità di perforazione è di circa 700mm. L’Esercito tedesco lo ha introdotto in numerosi esemplari, ma anche altre nazioni hanno fatto lo stesso. L’Italia ne ha ordinati a suo tempo ben 17.000, dopo la vittoria sugli altri lanciarazzi europei presi in esame, l’Apilas e il LAW-80, entrambi assai più complessi e costosi.

L’evoluzione, assai facile per un sistema come questo, verte su munizionamento migliorato, come il razzo con 2 testate in tandem HEAT: la prima, 125mm di calibro, perfora +900mm, e la seconda, 90mm, altri +550mm. Sebbene non sia necessariamente capace di distruggere i carri occidentali dei tipi più moderni colpendoli sul lato anteriore della torretta, ha comunque una potenza da tre a cinque volte maggiore dei razzi sul tipo M72 e RPG-7. Altre munizioni sono un polivalente con gittata massima di 1500 metri e 400mm di perforazione, una illuminante da 2.000 metri e 750.000 candele, una fumogena da 1.500 metri.

Nonostante la rilevanza di queste prestazioni ed i miglioramenti al congegno di mira, soprattutto per i tiri notturni, l’utilizzo di un lanciarazzi a perdere da 12kg (che arriva a 15 kg nell’ultimissima versione) suscita perplessità per la difficoltà di trasporto da parte della fanteria, oltre che per il costo estremamente elevato, un raggio utile ridotto e le tacche di mira utili solo fino a 400 metri.

CARATTERISTICHE E PRESTAZIONI PRINCIPALI

Tipo: Razzo controcarro
Lunghezza: 0,773m.(proietto)
Diametro: 60mm., testata 110mm
Peso: 12kg totale, -3,82kg.(2,7 testata)+lanciarazzi-, 2,4kg per il puntamento
Propulsore: Razzo impulsore/sostentatore a propellente solido (munizione)
Gittata: 300m
Testata: HEAT 700mm.oppure 1,2m cemento

Devi aver eseguito log in per inviare un commento.