MG 42 / 59

Arma di reparto cal. 7,62 mm NATO

Realizzata dai tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale denominata MG 42 calibro 7,92 mm , tragicamente famosa come “sega di Hitler”.Nel periodo post bellico è stata modificata per supportare il calibro 7,62 mm NATO, prodotta su licenza in tutto il mondo da molte fabbriche, tra le quali le italiane Beretta e Franchi. Arma molto versatile può essere usata con bipede come arma di squadra, su treppiede per postazione fissa o montata su veicoli come arma di bordo. Dotata di un sistema di cambio canna rapido e di otturatore intercambiabile per aumentare o diminuire la cadenza di tiro, alimentata da un nastro continuo o assemblato in moduli da 50 colpi,un tracciante ogni 4.Ha avuto una produzione stimata di circa 1 milione di esemplari.

Nel 1959 è stata addottata dall’Esercito Italiano.

Evoluzione e varianti della MG 42/59

Dalla data della sua messa in servizio nella Bundeswehr come MG 1, l’arma ha subito alcune piccole e successive modifiche in base alle quali assume denominazioni diverse:
– MG 1A1: si tratta sostanzialmente di una MG 42/59 delle prime serie convertita al calibro 7,62 x 51 mm mediante l’adozione di una nuova canna cromata, di organi di mira con taratura modificata per il nuovo tipo di munizionamento e di un congegno di scatto leggermente diverso.
– MG 1A2: caratterizzata dal castello di nuova concezione, dalla finestra di espulsione allargata e dalla manetta di armamento più corta. Su questa versione, che può utilizzare nastri metallici fissi recuperabili o quelli a maglioni disintegrabili tipo US M 13, è possibile montare un otturatore più pesante che consente di ridurre la cadenza di tiro da o ltre 1.200 a circa 800 colpi al minuto. E’ questa versione che è stata adottata e prodotta su licenza in Italia.
– MG 1A3, praticamente simile alla MG 1A1 per quanto riguarda il gruppo canna, ma con piccole modifiche all’otturatore, al meccanismo di alimentazione e al congegno di scatto che è stato rinforzato.
Oltre 200.000 esemplari della MG 42/59 nelle sue varie varianti sono state prodotte sinora in Germania, dove attualmente la versione più diffusa è la MG 3, ultima della serie che differisce dalle precedenti versioni per alcuni dettagli tra cui l’aggiunta di un alzo per il tiro controaereo, la forma dei rompifiamma e la adattabilità del sistema di alimentazione a qualsiasi tipo di nastro (fisso e recuperabile tipo DM 1, a maglioni disintegrabili tipo DM 6 e US M 13).
La MG 3 può essere impiegata sia con bipiede come arma d’accompagnamento, che con treppiede come mitragliatrice media d’appoggio, installata su veicoli come arma singola di bordo o come arma coassiale (MG 3A1), oltre che essere dotata di congegni di puntamento per il tiro diurno o notturno. Va precisato che sulle attuali versioni della MG 42/59 possono essere montati due diversi tipi di otturatori e di ammortizzatori: l’otturatore V550, che pesa appunto 550 grammi, con il relativo ammortizzatore tipo N (cadenza di tiro da 1.100 a 1.300 colpi al minuto); l’otturatore V950, pesante 950 grammi, con il suo ammortizzatore tipo R (cadenza di tiro da 700 a 900 colpi al minuto).
Oltre che dalla Bundeswehr, la MG 42/59 è stata adottata dalle Forze Armate di numerosi Paesi di tutto il mondo, l’arma è stata fabbricata su licenza anche in Italia dalla Beretta e dalla Luigi Franchi, in Spagna dalla CETME, in Portogallo dalla INDEP, in Pakistan dalle Pakistan Orcinance Factories, in Turchia dalla MKE e nell’ex Jugoslavia dalla ZCZ, dove il modello prodotto dagli arsenali di Kragujevac in Serbia, noto come Sarac M 53 , è camerato per la munizione calibro 7,92 mm Mauser. Da notare che la MG 42 originale è ancora utilizzata in vari posti del mondo.

 

CARATTERISTICHE E PRESTAZIONI PRINCIPALI:

Lunghezza: 1,22 m
Peso: 13 Kg
Alimentazione: nastri componibili
Celerità di tiro: 800 c/m

   

Devi aver eseguito log in per inviare un commento.