I Leoni in Afghanistan

Partono i Mangusta

Il ministro della Difesa Arturo Parisi ha annunciato ieri che presto verranno mandati in Afghanistan cinque elicotteri A129 Mangusta, di cui uno verrà tenuto di riserva, assieme ad otto veicoli corazzati Dardo e dieci Lince. Con i mezzi arriveranno nel teatro circa 150 uomini. Dopo mesi di discussione, alla luce di una situazione che vede l’aumentare gli scontri con un maggiore coinvolgimento anche delle truppe del contingente italiano, questo invio, ha precisato Parisi, non altera «in alcun modo né la natura della partecipazione del nostro contingente alla missione Isaf né, tanto meno, le finalità ultime della nostra presenza»

Gli elicotteri da combattimento «permetteranno di scortare gli elicotteri da trasporto già presenti in teatro e di esplorare il terreno nel quale operano le nostre pattuglie a terra» ha spiegato Parisi, mentre i VCC-80 Dardo armati con cannoncino da 25 mm « permetteranno ai nostri militari di muoversi con adeguata protezione anche fuori strada e sui percorsi più impervi». I VTLM (Veicolo Tattico Leggero Multiruolo) Lince sono stati appositamente progettati per offrire al personale la massima protezione contro le mine e «aumenteranno la sicurezza delle nostre pattuglie in movimento sulle rotabili».

La spesa preventivata per il nuovo schieramento è di 25,9 milioni di euro, la cui copertura finanziaria «verrà apprestata in sede di adozione del disegno di legge di assestamento del bilancio per l’anno 2007».

Tratto da www.dedalonews.it  Scritto da P. Varriale

Devi aver eseguito log in per inviare un commento.